Teatro V di Caryl Churchill

22,00

Collane: ,

Descrizione

Non non non non non abbastanza ossigeno

Gatto Vinagro

Ancora tre notti insonni

Il ritorno di Dioniso

Foresta folle

Ding dong

(a cura di Paola Bono)

Proseguendo nella pubblicazione del ricco e sempre affascinante opus di Caryl Churchill, questo volume copre un ampio arco temporale – dal 1971 al 2012 – e include testi tra loro molto diversi, in cui pure si possono rintracciare linee di continuità nei mutamenti di una scrittura che rifiuta ogni etichetta e ogni catalogazione. Si va così da un radiodramma distopico percorso da inquietudini ecologiche e da una forte critica sociale, come Non non non non non abbastanza ossigeno,  al brechtiano Gatto Vinagro, nato dalla collaborazione con la compagnia femminista Monstruos Regiment, dove si mostrano i meccanismi del pregiudizio e dell’oppressione di classe e di genere all’opera nella caccia alle “streghe” del XVII secolo; da un “dramma di interni” come Ancora tre notti insonni, sulle difficoltà di comunicazione e le violenze della vita di coppia, al visionario Il ritorno di Dioniso, scritto in collaborazione con l’antropologo David Lan, che trae ispirazione da Le Baccanti per trattare in chiave contemporanea i temi della tragedia euripidea – possessione, violenza, estasi; da Foresta folle. Un dramma dalla Romania, che ripercorre gli eventi intorno alla caduta di Ceauşescu, interrogando il senso della “verità storica”, le dinamiche profonde dell’identità nazionale, e insieme quelle degli affetti familiari, a Ding dong, esercizio di scrittura che nella ripetizione con variazioni su cui si costruiscono le sue due parti mette a nudo i pericoli di un esasperato patriottismo e anche il sottile legame che tra pubblico e privato si tesse in trame di soprusi e menzogne.

Informazioni aggiuntive

Autore

Caryl Churchill

Formato

11,5 x 20

ISBN

978-88-97276-99-9

Pagine

408